Intervista della settimana: Alice Gianneschi

06 dicembre 2017

Vice Allenatrice dell'Under 16 e Istruttrice Minibasket

Ciao Alice, fai una breve presentazione di te stessa: nome, cognome (soprannome), età, studio/lavoro, interessi oltre alla pallacanestro......Vai!
Alice Gianneschi, soprannome Ali o Cice, 19 anni, faccio l’ultimo anno del liceo scientifico sportivo e oltre alla pallacanestro adoro andare al cinema e fare lunghe passeggiate. 

Raccontaci quando hai iniziato a giocare e perché; quali sono stati i tuoi idoli?
Il mio approccio con la pallacanestro è iniziato 9 anni fa nella Palestrina di Castellina scalo. In realtà il mio sogno non era il basket, venendo da una famiglia di calciatori ambivo “al campo verde con le due porte”. Mio padre era entusiasta che la figlia seguisse le sue orme, mia madre...un po’ meno. Perciò alla fine decisi di “ripiegare” sul basket. A posteriori ringrazio ancora mia madre per non avermi mandata a giocare a calcio! Appena misi piede su quel parquet fu subito amore. 

Perchè hai deciso di diventare allenatore e quali sono le differenze che stai notando tra quando giochi e quando alleni?
L’anno scorso per problemi familiari sono stata costretta a smettere di giocare, per fortuna il Costone mi ha dato la possibilità di trasmettere la mia passione per questo sport ai bambini del 2010, che tutt’ora alleno. Dopo l’esperienza nel MiniBasket quest’anno mi sono voluta mettere in gioco e provare l’esperienza nelle giovanili. Grazie a David, allenare l’under16 insieme a Fabrizio mi sta dando molte soddisfazioni. Oggi che mi trovo dalla parte della panchina, e non in campo dove sono sempre stata, capisco tante cose...è tutto un altro mondo, per me ancora da scoprire, che può darti tante soddisfazioni pur non giocando in prima persona. Sto imparando soprattutto che prima di essere coach dobbiamo essere educatori e che creare un bel gruppo è il primo passo per far crescere le ragazze e farle divertire. 

I tuoi sogni nel cassetto?
Il mio sogno nel cassetto? Per adesso imparare il più possibile e fare esperienza poi un giorno chi lo sa, magari la lavagnetta in mano la terrò io.

Perchè consiglieresti ad una ragazza di iniziare a giocare?
Consiglierei ad una ragazza di iniziare a giocare a basket perché è uno sport che dà tanto, ti dà la possibilità di conoscere tante persone, di fare amicizie che ti porterai dietro per sempre, di metterti alla prova ad ogni allenamento e sapere che, se anche avessi una giornata No, ci saranno sempre le tue compagne pronte ad aiutarti e sostenerti.

Raccontaci un aneddoto divertente della tua vita cestistica.
Giocavo in under13, era maggio, era caldissimo e noi appena uscite dal campo andammo a riempire le borracce e facemmo ad acquate nello spogliatoio...ricordo ancora la partaccia che ci fecero il custode e l’allenatore!

Altre Pagine

13 novembre 2019

Finale al cardiopalma per la Promozione, vittoriosa a Montevarchi 51-47, con dedica all’head coach Federico Ferrini costretto a casa.

 
10 novembre 2019

Pala Nannini tabù! Tre battute d’arresto su tre gare giocate per le squadre del nostro giovanile.

 
10 novembre 2019

Dopo una lotta di 40 minuti, Il Drago e la Fornace torna alla vittoria battendo Basket Pegli 63-55.

 
A.D.P.F. Costone Siena
Via Del Costone, 9
Siena
53100
Tel: +39 0577 736098
P.iva: 00881000525
Cf: 00881000525