LE GRANDI INTERVISTE. Vi presentiamo Maria Carli

26 febbraio 2018

Ex giocatrice della prima squadra, giocatrice e punto di forza della formazione UISP e coach della squadra Under 20 che ha raggiunto lo spareggio per l'ammissione alla fase interzonale

Per "le grandi interviste", oggi  si metterà a nudo Maria Carli, ex giocatrice della prima squadra, giocatrice e punto di forza della formazione UISP e coach della squadra Under 20 che ha raggiunto lo spareggio per l'ammissione alla fase interzonale. 
 
1) Maria, allora una breve presentazione per i pochissimi che non ti conoscono:
 
Nome e Cognome: MARIA CARLI
Soprannome: MARY
Data di nascita e luogo: SIENA 29/10/1988
 
2) Descrivici la tua carriera cestistica e fai una cronostoria dei tuoi risultati.
 
HO INIZIATO A GIOCARE A BASKET A 7 ANNI SEGUENDO LA PASSIONE DI FAMIGLIA DI MIO FRATELLO E DI MIO PADRE. È STATO AMORE A PRIMA VISTA. SONO NATA E CRESCIUTA CESTISTICAMENTE COME GIOCATRICE E ALLENATRICE DENTRO IL COSTONE. HO MOSSO I MIEI PRIMI PASSI  NEL COSTONE ALLENANDOMI NEI PALAZZETTI DI ROSIA, PERUZZI, CECCO ANGIOLIERI PER POI APPRODARE NEL GIOVANILE DOVE CI ALLENAVAMO ALLA PALESTRA DELL’ARBIA. HO FREQUENTATO TUTTE LE GIOVANILI E NEL 2003 SONO STATA AGGREGATA ALLA PRIMA SQUADRA. HO SEMPRE GIOCATO NEL COSTONE TRANNE CHE NELLA STAGIONE 2011-2012 DOVE CON ALCUNE MIE COMPAGNE ABBIAMO DECISO DI UNIRCI ALLA SERIE C A CERTALDO. DOPO QUELL’ ANNATA A CAUSA DEL LAVORO HO DOVUTO SMETTERE DI GIOCARE, MA LA PAUSA SI E’ INTERROTTA A SETTEMBRE QUANDO MI SONO UNITA CON LA NOSTRA SQUADRA UISP.
DA GIOCATRICE NON ABBIAMO MAI RAGGIUNTO A LIVELLO GIOVANILE MOLTI RISULTATI, MI SONO TOLTA PIU' SODDISFAZIONI ALLENANDO. HO INIZIATO AD ALLENARE NEL 2008 FACENDO DA ASSISTENTE PRIMA A DUCCIO PETRENI E POI A DAVID FATTORINI PER 4 ANNI. GRAZIE A LORO HO IMPARATO MOLTO E POI FINALMENTE DA CAPO ALLENATORE HO ALLENATO  PER 3 ANNI IL GRUPPO 2001-2002, L’ANNO SCORSO LE U14 FORMATE DALLE 2003/04/05 E QUEST’ANNO IL GRUPPO U20 (98/99/00/01/02). DA ALLENATRICE ABBIAMO RAGGIUNTO UN TERZO POSTO IN TOSCANA CON IL GRUPPO 01/02, DUE TORNEI DI PASQUA A CESENATICO E PER LA PRIMA VOLTA IL PROSSIMO 5 MARZO AFFRONTERO' DA CAPOALLENATORE UNO SPAREGGIO PER L’ACCESSO ALL’INTERZONA.
 
3) A denti stretti: i coach più simpatici che hai avuto, quelli con i quali sei andata meno d'accordo, le giocatrici con le quali hai stretto di più e quelle che proprio non sopportavi...
 
MMMM, PARTIAMO DALLA DOMANDA PIU FACILE: ALLENATORI CON CUI NON HO AVUTO UN BEL RAPPORTO NE RICORDO UNO SOLO CHE MI HA ALLENATO IN SERIE C PER DUE ANNI. DICIAMO CHE NON AVEVAMO UN BUON FEELING, E' STATO L’ UNICO ALLENATORE A CUI MI SIA MAI PERMESSA DI RISPONDERE. PER QUANTO RIGUARDA GLI ALTRI CONSERVO DI OGNUNO DI LORO UN BELLISSIMO RICORDO: ISA, DAVID, PIERFRANCESCO, DUCCIO, SIMONE, OGNUNO DI LORO MI HA TRASMESSO QUALCOSA CHE PORTO DENTRO ANCORA SIA QUANDO GIOCO CHE QUANDO ALLENO. PER QUANTO RIGUARDA LE GIOCATRICI QUELLE CHE MI HANNO SEGNATO DI PIU’ SONO BARBARA CENCETTI , VALENTINA PETRASSI, GIOVANNA GRANIERI, ESEMPI DI PROFESSIONALITA’ E TALENTO DAVVERO RARI; NEL CORSO DEGLI ANNI SONO PASSATE TANTE RAGAZZE DAL COSTONE SICURAMENTE QUELLE CON CUI HO LEGATO DI PIU’ ESCLUSE LE MIE COMPAGNE STORICHE SONO LICIA E LAUMA.

4) Perchè consiglieresti ad una ragazza di giocare a basket e quali consigli le daresti.
 
È DIFFICILE FARE UN ELENCO DEI PERCHE’ UNA RAGAZZA DOVREBBE INIZIARE A GIOCARE A BASKET. PERSONALMENTE CREDO CHE SIA UNO SPORT COMPLETO DOVE OLTRE AL FISICO BISOGNA AZIONARE LA TESTA E NON SONO SOLO LE DOTI ATLETICHE E IL TALENTO A FARE LA DIFFERENZA, MA ANCHE LA COSTANZA, L’IMPEGNO E LA CAPACITA’ DI METTERSI IN GIOCO GIORNO DOPO GIORNO. COME IN TUTTI GLI SPORT DI SQUADRA CHI SCEGLIE IL BASKET SA CHE PER VINCERE DOVRA' SACRIFICARE LA SUA INDIVIDUALITA' A FAVORE DEL GRUPPO. PER ESPERIENZA PERSONALE LE AMICIZIE CHE HO CREATO SUL PARQUET SONO QUELLE PIU RESISTENTI. TUTT’OGGI CON LE MIE EX E ATTUALI COMPAGNE DI SQUADRA CI TROVIAMO E SENTIAMO ASSIDUAMENTE. GRAZIE AL BASKET SONO RIUSCITA A SUPERARE UNO DEI MOMENTI PIU’ DIFFICILI DELLA MIA VITA, IL BASKET E' STATO UNA VALVOLA DI SFOGO, UN MODO PER ISOLARMI DAL MONDO ESTERNO: SOLO QUANDO ENTRAVO IN PALESTRA RIUSCIVO A LASCIARE TUTTO FUORI!
 
5) Nella tua carriera di allenatrice quali sono state le ragazze più "difficili" da allenare?
 
SINCERAMENTE MI REPUTO MOLTO FORTUNATA SIA DA ASSISTENTE CHE DA CAPO ALLENATORE HO SEMPRE ALLENATO DEI BELLISSIMI GRUPPI DOVE LA COESIONE FACEVA DA PADRONE. RAGAZZE DIFFICILI NON NE RICORDO, QUALCUNA UN PO PIU' “DURA” DELLE ALTRE MA NESSUNA CHE ABBIA RICHIESTO PARTICOLARI ATTENZIONI SE NON QUALCHE URLO BEN ASSESTATO.
 
5) Raccontaci almeno un paio di episodi buffi o strani, belli o brutti, simpatici o meno che ti sono capitati nella tua carriera.
 
DA GIOCATRICE UNO DEGLI EPISODI PIU DIVERTENTI L’HO VISSUTO NELLE GIOVANILI. CAMPIONATO CADETTE (ATTUALE U16) ANNATE 87-88-89 ALLENATE DA PIERFRANCESCO BINELLA. INIZIO PARTITA. UNA MIA COMPAGNA PRENDE IL PALLONE SULLA PALLA A DUE, PALLEGGIO ALTERNATO, TERZO TEMPO, CANESTRO, ESULTANZA. CAMBIO IMMEDIATO CON UNA SCONSOLAZIONE IMMENSA SULLA FACCIA DI PIERFRANCESCO: ERA AUTOCANESTRO. CI VOLLERO ALMENO 5 MINUTI PERCHE' SMETTESSIMO TUTTE DI RIDERE.
UN ALTRO EPISODIO ESILARANTE RIGUARDA IL PERIODO IN CUI ERO AGGREGATA ALLA PRMA SQUADRA NEL CAMPIONATO DI A2 ALLENATA ALL’EPOCA DA DAVID E DUCCIO. DOVEVAMO AFFRONTARE UNA TRASFERTA IN SARDEGNA E DATO CHE LA PARTITA ERA DI SABATO POMERIGGIO ERA STATO DECISO DI PARTIRE IL VENERDI' E TORNARE LA DOMENICA COSI' DA FARE LE COSE CON CALMA. ERA STATO SCELTO UN ALBERGO VICINO AL PALAZZETTO COSI DA NON DOVER RIMUOVERE IL PULLMAN. PRANZO ALLE 12 CON IL SOLITO PIATTO DI PASTA IN BIANCO O AL POMODORO E POI POCO DOPO CI SIAMO AVVIATE A PIEDI PER LA PARTITA. IL PROGRAMMA SEMBRAVA PRATICAMENTE PERFETTO SE NON CHE UNA VOLTA ARRIVATI AL PALAZZETTO CI SIAMO ACCORTI CHE ERA QUELLO SBAGLIATO, QUINDI ABBIAMO DOVUTO COMINCIARE A CORRERE VERSO IL PULLMAN LASCIATO ALL’ALBERGO PER ANDARE IN QUELLO GIUSTO CHE OVVIAMENTE ERA NELLA DIREZIONE OPPOSTA. RISULTATO? SIAMO ARRIVATE A 9 MINUTI DALL'INIZIO DELLA PARTITA NONOSTANTE FOSSIMO LI DAL GIORNO PRIMA. 
PER QUANTO RIGUARDA IL PERIODO DA ALLENATORE I RICORDI PIU' IMPORTANTI RIGUARDANO LE RAGAZZE DEL 2001-2002 CHE HO AVUTO LA FORTUNA DI ALLENARE PER 4 ANNI. LORO SONO STATE IL PRIMO GRUPPO CHE MI FU ASSEGNATO DA DAVID DA CAPO ALLENATORE, MI RICORDO ANCORA LA TENSIONE CHE AVEVO IL GIORNO DELLA PRIMA GIORNATA DI CAMPIONATO. DI QUEL GIORNO MI RICORDO TUTTO, QUANTO URLAVO, CHI ERA L’AVVERSARIO E IL RISULTATO (VS PRATO IN CASA, 51-34 PER NOI), UN’EMOZIONE UNICA. CON LORO CREDO DI AVER VISSUTO UNO DEI PERIODI PIU' BELLI E INTENSI NON SOLO PER I RISULTATI MA ANCHE PER IL LEGAME CHE SI ERA CREATO CON CIASCUNA. A LORO SONO LEGATI I RICORDI DIVERTENTI, QUELLI COMMOVENTI E ANCHE LE MAGGIORI INCAZZATURE CHE IO ABBIA MAI PRESO. GRAZIE A LORO (E ANCHE AI GENITORI) SONO CRESCIUTA TANTO PERCHE’ ANCHE UN ALLENATORE PUO’ IMPARARE DALLE RAGAZZE, NON E' SOLO UN FLUSSO A SENSO UNICO. SE PENSO A LORO LA MENTE VOLA AL TORNEO DI CESENATICO DI 3 ANNI FA. AVEVAMO PERSO DI 2 L’ULTIMA PARTITA VS LA FORTITUDO ROSA BOLOGNA E IL GIORNO DOPO AVREMMO DOVUTO AFFRONTARE LA FINALE PER IL PRIMO POSTO PROPRIO CONTRO LA FORTITUDO. MI RICORDO DI ESSERE ENTRATA IN CAMERA E DI AVER DETTO ALLE CITTE CHE PER MOTIVI DI LAVORO DOVEVO RIENTRARE A SIENA, INASPETTATAMENTE SI SONO MESSE TUTTE A PIANGERE ANCHE QUELLE CHE MENO MI SAREI ASPETTATA. HO FATTO IL VIAGGIO DI RITORNO DA CESENATICO IN LACRIME E IL GIORNO DOPO, DAL FISCHIO DI INIZIO ALLA FINE, SONO RIMASTA COLLEGATA TELEFONICAMENTE PER SAPERE COME ANDAVANO LE MIE BAMBINE. HO SENTITO L’ESULTANZA PER LA VITTORIA IN DIRETTA: ANCHE SE NON C’ERO ESPLODEVO DI GIOIA.
 
6) Progetti futuri nel basket e fuori?
 
A BREVE TERMINE IL MIO PROGETTO E' QUELLO DI COMPLETARE QUEST’ANNATA PENSANDO ALLO SPAREGGIO CHE CI ASPETTA CON LE UNDER 20 IL 5 DI MARZO. DA CAPO ALLENATORE NON AVEVO MAI RAGGIUNTO QUESTO RISULTATO E COLGO ANCHE L’OCCASIONE PER RINGRAZIARE LE RAGAZZE PERCHE’ ALLA FINE IL MERITO E' SOLO LORO. NEL FUTURO CREDO CHE IL MIO POSTO SIA IN QUESTA SOCIETA’,  NON RIESCO AD IMMAGINARMI DA NESSUN ALTRA PARTE.

Altre Pagine

10 dicembre 2019

Splendida affermazione 50-37 contro BF Porcari.

 
09 dicembre 2019

Grande Under 16 che batte San Giovanni e si appresta ad incontrare l’imbattuta BF Pontedera.

 
08 dicembre 2019

Il Drago e La Fornace strappa due punti sul campo di Polysport Lavagna vincendo 47-44.

 
A.D.P.F. Costone Siena
Via Del Costone, 9
Siena
53100
Tel: +39 0577 736098
P.iva: 00881000525
Cf: 00881000525