Dagli States... Special Guest: Lona Ceccherini

21 novembre 2017

Una lettera proveniente da oltreoceano per raccontarci la sua nuova vita

La mia avventura parte due anni fa: nell'estate del 2015 ho portato Rebecca Baldi e Giulia Ciacci, compagne di squadra del Costone, con me dalla mia famiglia a Little Rock, in Arkansas. Prima di allora erano passati 6 anni dalla mia ultima visita. Siamo rimaste due mesi e mezzo con mia zia e nel tempo trascorso ho realizzato che quello fosse il posto in cui voglio finire i miei studi e forse anche iniziare una nuova vita. Ad inizio agosto mia madre mi chiede se voglio finire il liceo là e così inizio a fare un po’ di visite nelle scuole che ritenevamo più adatte. La prima fu proprio la scuola che frequento adesso: Mount Saint Mary Academy, una scuola privata cattolica di sole ragazze. All'inizio ero un po’ riluttante, ma una volta finito il tour avevo già cambiato idea. Oltre alla scuola dal punto di vista materiale mi aveva colpito il personale amichevole e disponibile, i sorrisi delle ragazze e il rispetto reciproco tra insegnanti e alunni. Praticamente l'antitesi della scuola italiana.
Torno in Italia a fine agosto da mia mamma che ha già cambiato idea ed io mi "rassegno" ad un altro anno qua con l'alternativa di trasferirmi per il college.
Tutte le volte che il discorso veniva fuori però era inevitabile accorgersi che i vantaggi nel finire il Liceo oltreoceano fossero troppi di più rispetto a quelli di partire con un diploma italiano, così a gennaio il mio regalo di compleanno diventa la consapevolezza che il mio sogno sta per realizzarsi: all'inizio di quell'estate sarei partita di nuovo per gli Stati Uniti.
Superato il momento di eccitamento iniziale nella testa cominciano a introdursi pensieri negativi e comincio a vedere il bicchiere mezzo vuoto: realizzo che dovrò lasciare dietro delle persone stupende che mi hanno accompagnata fino ad adesso e che il mio tempo con loro adesso è limitato, la clessidra è stata girata.
Ad aggiungersi al rammarico di dover lasciare indietro la mia famiglia e gli amici, mesi dopo si aggiunge la notizia che mi dovrò operare al pollice destro proprio 10 giorni prima della partenza. La mia stagione al Costone finisce prima del previsto e dovrò dire addio al basket, il mio unico momento di sfogo, per almeno 4 mesi prima di ricominciare. 
Il 6 Giugno mi opero, il 10 parto per Lignano Sabbiadoro con degli amici e passiamo tre giorni stupendi per vedere il concerto di Tiziano Ferro e poi il 13 Giugno le mie migliori amiche organizzano una festa d'addio a sorpresa, inutile dire che è stata una serata magica che non mi scorderò MAI e sarò per sempre grata a tutte le persone che sono venute, ma tutte le cose belle arrivano ad una fine e a distanza di solo un giorno mi trovo su un pullman direzione Milano.
12 ore di aereo dopo e 24 ore di sonno in meno, sono a Little Rock, mia zia porta me e mia mamma a casa di mia nonna e l'avventura ha inizio.
L'estate che ho trascorso è stata abbastanza noiosa quindi non ho molti aneddoti da raccontare a parte l'emozione di rivedere così tante persone della mia famiglia, e un matrimonio in Kansas City, conoscere la squadra di basket e ricominciare basket prima del previsto il 24 agosto andando ad un camp in un college. 
La scuola è iniziata il 17 Agosto e dopo i vari assestamenti iniziali ora sono in una routine precisa che si ripete praticamente ogni giorno:
 
Mi alzo alle 6 due volte a settimana per andare direttamente a scuola, e i restanti tre giorni mi alzo alle 5 per andare in palestra a fare pesi con la squadra dalle 6 alle 7.15.
 
- Arrivata a scuola gli orari si alternano in giorni A e giorni B. Durante i giorni A ho Teologia, Diritto Civile, Letteratura inglese, e Matematica; durante i giorni B ho Storia, Biologia, Economia e una classe in cui facciamo i compiti o ci alleniamo.
 
- Le lezioni iniziano alle 8.30, alle 11 pranziamo e alle 15.20 la giornata scolastica è finita.
 
Ci alleniamo tutti i giorni dopo scuola dalle 15.30 alle 18 e poi cena, compiti e a letto sfinita. 
 
A breve però inizierà il campionato quindi al posto degli allenamenti, il martedì e il venerdì avremo le partite. Insomma, niente di speciale come forse vi sareste aspettati, ma il tempo rimanente per fare altre cose è davvero poco e anche quando ho tempo, sono sfinita quindi preferisco stare a casa a rilassarmi. 
Venerdì scorso c'è stata l'ultima partita di football, praticamente l'unico evento del fine settimana, e qualche settimana fa sono stata al concerto di Bruno Mars. Questi sono gli highlight della mia avventura fino ad adesso.
 
Mi mancate tutti tantissimo, non vedo l'ora di riabbracciarvi! In bocca al lupo per tutto.
Un bacione
Lona

Altre Pagine

21 novembre 2019

Al Pala Nannini netta affermazione della Under 18 che si aggiudica la gara con Prato 63-28.

 
13 novembre 2019

Finale al cardiopalma per la Promozione, vittoriosa a Montevarchi 51-47, con dedica all’head coach Federico Ferrini costretto a casa.

 
10 novembre 2019

Pala Nannini tabù! Tre battute d’arresto su tre gare giocate per le squadre del nostro giovanile.

 
A.D.P.F. Costone Siena
Via Del Costone, 9
Siena
53100
Tel: +39 0577 736098
P.iva: 00881000525
Cf: 00881000525